Produzione CD audio “L’Ennesimo Malecon”

 

 

 

 

 

 

COSA HA REALIZZATO DISCOLASER PER “ L’Ennesimo Malecon”:

E’ stato realizzato un CD confezionato in Jewel Box Tray Trasparente

 

Il progetto nasce dalle visioni errabonde di Gianmaria Sìmon, cantore di vasta raucedine, anarchista e bacchista, indolente tessitore di melodie ventriloque e polverosi vocaboli. Una musica minima per cicale stridenti e danzatori solitari, un viaggio fisico e figurato che si svolge traversando corpi e volti di varia e bizzarra umanità, improbabili personaggi quali ussari, bari, giostrai, gitani, reduci di guerra, alcolizzati, prostitute e magnaccia, trasportandoci ora nelle steppe dell’est ora in un bar malfamato di Guadalajara ora in un bistrot della Parigi ottocentesca… Un progetto cantautorale che si nutre di molteplici suggestioni muovendosi fra musica zingara e swing manouche, fra suoni di fanfare slave e deserti americani, col cuore vinto dall’ebbra fascinazione delle fumose caves esistenzialiste e dei cabaret berlinesi.un inno al nomadismo, alla dromomania, al meticciamento dei popoli.

 

Provenienza:  Massa, Toscana

Contatti:

www.gianmariasimon.it
www.facebook.com/gianmariasimon
www.reverbnation.com/gianmariasimon

Duplicazione del CD-Audio “D.A.L.I.” dei Nervovago

 

 

 

 

 

 
COSA HA REALIZZATO DISCOLASER PER I “ Nervovago”:

E’ stato realizzato un  Jewel Box con Tray Trasparente e Posterino 24×24

 

I Nervovago presentano il loro primo lavoro discografico distribuito e promosso da (R)esisto.

Un progetto ricco di colori, suoni, paure ed emozioni contrastanti; un elogio completo all’arte,  a partire dal curioso titolo che cela mille significati: D.a.l.ì come il pittore o come punto di partenza o anche come  “dolce allucinazione, lenta indigestione” E poi, il cibo in copertina ? E il rock ?

I nervovago spiegano che a volte non sanno se mangiarlo, il disco, o ascoltarlo!!! i dolci sono una finestra felice, i ricordi, la tipica frase ” buon viso a cattivo gioco” oppure “la mela rossa delle favole”, belli e buoni e ti fanno sognare quasi misticamente..[ “questo cibo è una droga e non vuoi più nessun’altra cosa (cit. La Cosumazione/nervovago)] Dall’altra parte c’è, invece, la parte oscura, il caos, le visioni che prendono corpo ed emergono [“Mi accorsi che ero entrato in un buco nero: non era la musica, era una forza del male”(cit. RS)]. I colori scelti per l’album vogliono essere un’ulteriore chiave di lettura dell’intero progetto in quanto riflettono anch’essi i sentimenti raccontati nei brani  e le intenzioni comunicativi generali.

Il turchese, infatti, è un colore creativo ed equilibrato che stimola l’interesse, e la comunicazione interpersonale. L’arancione porta in se il desiderio e rappresenta la percezione sensoriale legata all’appetito. È un colore che stimola il movimento liberando dalle frustrazioni; è inoltre indicativo di un bisogno di esperienze intense. Il disco è, quindi, una ricetta personale per la cura dei sentimenti o un modo per esorcizzare i propri “mostri” personali.

 

Sito Web: https://www.facebook.com/nervovagoFanpage

Provenienza:  Pisa, Toscana