17

Apr

Duplicazione CD Reborn From the Ashes “A Thought Way to Illumination”

Reborn From the Ashes é un progetto solista di Davide “Bonny” Bonolo e prese vita con questo nome nel 2010 per la combinazione di 2 fattori: la voglia irrefrenabile di Bonny nell’esprimere la propria musica e il coincidente scioglimento dei Cassandra’s Cyndrom (band della quale era cofondatore e unico compositore). In quanto possessore della paternità delle composizioni, Bonny in continuò lo sviluppo dei loro arrangiamenti e di nuovo materiale inedito.

Reborn From the Ashes is a solo project of Davide “Bonny” Bonolo and came to life with this name in 2010 due to the combination of two factors: Bonny’s uncontrollable desire to express his own music and the coinciding dissolution of Cassandra’s Cyndrom (band of the which was co-founder and sole composer). As the owner of the paternity of the compositions, Bonny in continued the development of their arrangements and new unpublished material.

13

Mar

Duplicazione CD “Per caso alieno” – Niente da fare

CD in jewel box trasparente con booklet 8 pagine

 

Audio ufficiale per ‘Per caso alieno’ di Niente da fare , tratto da “Per caso alieno” (2018, Niente da fare). Official audio for ‘Per caso alieno’ by Niente da fare taken from the album “Per caso alieno” (2018, Niente da fare). www.audioglobe.it Become our fan on www.facebook.com/Audioglobe Follow us on Twitter @audioglobe1

31

Gen

Stampa CD “Invisible” by Dalich

The genre is a bit the sum of my musical experiences, a mix of pop, soul, rock and lounge, however a personal genre. There is a youtube channel, with 2 videos, INVISIBLE, the title track, about those people no more physically close to us but “invisibly” present and TAKE ME AWAY, about men and women’s dream of “be taken away” in a black and white movie.

 

Il genere è un po ‘la somma delle mie esperienze musicali, un mix di pop, soul, rock e lounge, comunque un genere personale. C’è un canale youtube, con 2 video, INVISIBLE, la title track, su quelle persone non più fisicamente vicine a noi ma “invisibilmente” presenti e TAKE ME AWAY, sul sogno di uomini e donne di “essere portato via” in un film in bianco e nero

18

Gen

Duplicazione CD Bonded by Hate

Album di esordio della band composto da 8 pezzi di crossover Thrash-Hardcore con influenze che spaziano da vecchie glorie tipo D.R.I., Downset, Machine Head a gruppi più moderni quali Born from Pain, Hatebreed, Cataract, Terror,ecc.

CD confezionato in jewel box con tray nero e libretto interno

 

The band’s debut album consists of 8 pieces of Thrash-Hardcore crossover with influences ranging from old glories like D.R.I., Downset, Machine Head to more modern groups such as Born from Pain, Hatebreed, Cataract, Terror, etc.

CD packed in jewel box with black tray and internal booklet

14

Feb

Stampa DVD Documentario “Se io fossi acqua”

l documentario è un viaggio narrato dalle stesse voci di chi ha vissuto in prima persona il dramma dell’alluvione del 25 ottobre 2011, il racconto dei soccorritori e la voce dei tecnici che, a vario titolo, hanno partecipato alla macchina della Protezione Civile ed hanno liberato dal fango e dai detriti una valle. Il racconto di Carla si identifica con il valore secolare delle piazze italiane. La poesia narrata di Agnese è una lezione di territorialismo. Il volto di Giovanni trasmette la serenità ed il carattere antico di un popolo. Le mani di Maura, che ricamano dei mazzi di fiori di zucca, ricordano le mani delle tante donne che hanno fatto l’Italia. La voce di Marino è capace di sciogliere il ghiaccio che ciascuno di noi si porta dentro. E tanti altri ancora.
Il documentario non si limita a realizzare un racconto corale sul dramma del 25 ottobre 2011. Esso si sviluppa nella testimonianza di una comunità che reagisce prontamente allo scoramento iniziale ed al ritardo degli aiuti economici e ricomincia a lavorare la propria terra, dopo averla ripulita dai tronchi divelti e dai detriti, rimettendola in produzione senza “saltare” la stagione della semina. Si ricostruisce l’impianto di irrigazione dei campi; Raffaele a Pignone ed Enrico a Casale ne sono i principali artefici. Si cominciano a produrre gli ortaggi tra cui la famosa “patata di Pignone” e ci si prepara alla rinascita della Festa degli Orti del 25 agosto 2012.
Una comunità in cui i valori profondi della solidarietà, dell’appartenenza, del dialogo vengono vissuti prima ancora che raccontati. Il documentario prova a raccontare tutto questo, attraverso il linguaggio universale dell’immagine e della parola. Il filo conduttore del racconto è l’elemento acqua che diventa intimo attraverso un rapporto-conflitto quasi famigliare perché, nonostante quello che ha provocato, in fondo “l’acqua è la vita”.