25

Giu

Stampa CD in jewel box “Respiro” Lamarea

Un disco che torna scavare nelle radici musicali della band ma con il sapore di un respiro nuovo, decisamente più scuro seppure vivo e vibrante in ogni sua sfumatura. Un’emergere quasi violento da acque profonde per cercare avidamente l’aria nel caos della quotidianità. Infatti nella vita reale esiste sempre un buon motivo per continuare a combattere ed è proprio questo che traspare dai brani che compongono “Respiro”, il nuovo intenso album dei LAMAREA, in uscita a Gennaio 2019 per The Kids Are Alright / Dcave records. Un album ricco di emozioni contrastanti, forti e passionali ma che svela sempre un velo di ottimismo.

A new CD that returns to dig into the band’s musical roots but with the taste of a new breath, decidedly darker, though alive and vibrant in every nuance. An almost violent emergence from deep waters to eagerly seek the air in the chaos of everyday life. In fact, in real life there is always a good reason to keep fighting and this is what transpires from the songs that compose “Respiro”, the new intense album by LAMAREA, to be released in January 2019 for The Kids Are Alright / Dcave records. An album full of contrasting emotions, strong and passionate but that always reveals a veil of optimism.

20

Giu

Duplicazione CD Bobet “L’alba nuova”

Cd album confezionato in digipack a 2 ante, plastificato lucido.

 

Bobèt, rapper udinese classe 1987, inizia a muovere i primi passi nell’hip-hop dall’adolescenza in compagnia di Joe Peltrini. Porta sempre attenzione nello sviluppo delle sue conoscenze musicali e nell’interazione con gran parte della scena rap di Udine e zone limitrofe.
“Instabile” nel 2011 e “Fuori dal mondo” nel 2014 sono i sui primi album da solista totalmente autoprodotti sia nei testi che nei beats. Queste esperienze gli permettono di affinare la tecnica portandolo ad acquisire un livello superiore di consapevolezza e maturità .
L’incontro con il producer Kappah traccia una linea con il passato, permettendogli di dedicarsi solo alla scrittura, alla ricerca introspettiva e allo studio di nuove sonorità. Nel 2015 esce il video di “Visioni” che anticipa l’uscita dell’EP “Lucie&Ombre” sotto l’ala dell’etichetta Hhabitat Records che si è occupata della distribuzione e promozione del disco. Interamente prodotto da Kappah e registrato nello studio di Bobèt, “GhedohouseStudio”, questo progetto ha trovato riscontri positivi tra gli “addetti ai lavori” della scena rap portando Bobèt a instaurare nuove connessioni che gli hanno permesso di lavorare in maniera professionale alla realizzazione di un nuovo album.
Spinto dalla necessità di un’evoluzione musicale, ma allo stesso tempo dalla voglia di mantenere inalterati i valori di quel sound che finora gli ha permesso di esprimersi, inizia un percorso che lo porta alla scrittura delle liriche che compongono “L’Alba Nuova” . Questo disco arriva dopo due anni di silenzio in cui affronta una ricerca interiore carica di contrasti emotivi e ostacoli da superare, riflettendosi, in un processo naturale, nei testi che risultano essere molto introspettivi.

07

Mag

Realizzazione CD in digipack “Quetzal” K’in:232

Quetzal è un album nato velocemente, all’interno di una alchimia creativa semplice e positiva generatasi nel gruppo durante i primi incontri in sala prove (luglio del 2018).
Di solito in sala prove un musicista, e/o chi canta, si concentra prima sul fare i suoni e subito dopo è incalzato dalla voglia di suonare e/o cantare: ..il più possibile.
Nel nostro caso è prevalsa una naturale voglia di conoscerci. Non si è dato naturalmente corso ad una sessione di “psiscoanalisi collettiva”, ma semplicemente abbiamo preferito dialogare su ciò che desideriamo nella vita rispetto al “suonare subito per default”.
Ci siamo soffermati spesso a parlare delle antiche culture del centro America, nello specifico di quelle riconducibili ai Toltechi ed ai Maya.
Da qui il nome della band: “K’in”232. K’in significa giorno nella cultura dei Maya, e il numero 232 è il giorno dell’Umano Giallo Spettrale (se vi va approfondite leggendo l’antico calendario dei Maya, lo Tzolchin).
Quetzal is an album born quickly, within a simple and positive creative alchemy created in the group during the first rehearsals in the rehearsal room (July 2018).
Usually in the rehearsal room a musician, and / or who sings, concentrates first on making sounds and immediately afterwards he is driven by the desire to play and / or sing: … as much as possible.
In our case, a natural desire to know each other has prevailed. Naturally, there was no course in a “collective psychoanalysis” session, but we simply preferred to talk about what we want in life compared to “playing by default”.
We often stopped to talk about the ancient cultures of Central America, specifically those referable to the Toltecs and the Mayans.
Hence the name of the band: “K’in” 232. K’in means day in the culture of the Maya, and the number 232 is the day of the Spectral Yellow Human (if you go deeper by reading the ancient Mayan calendar, the Tzolchin).
http://www.fattitaliani.it/2019/04/kin232-il-valore-della-liberta-nel-1.html
07

Mag

Duplicazione CD “Breaking Road” – Serdrumk

Breaking Road, album registrato interamente dal vivo e per strada assieme a Nicola Baronti che sarà pubblicato il 23 Febbraio per Phonarchia Dischi e in anteprima streaming su Shiver a partire da oggi.

Il disco Nasce da una precisa esigenza: tornare a suonare tra la gente. Molto spesso la vita del musicista, in fase di produzione o di pre-produzione di un disco, si svolge tra sala prove e studio di registrazione (e negozi di musica dove spendiamo i nostri ultimi risparmi ahahah). Per assurdo manca proprio quell’elemento che ci ha spinti a fare questo mestiere, ovvero suonare per la gente.

 

Breaking Road, an album recorded entirely live and on the street along with Nicola Baronti which will be released on February 23rd for Phonarchia Dischi and in streaming preview on Shiver starting today.

The record It was born from a specific need: to return to play among the people. Very often the life of the musician, during the production or pre-production of a record, takes place between the rehearsal room and the recording studio (and music stores where we spend our last savings hahaha). Absurdly, that element that pushed us to do this job, or play for people, is missing.

 

17

Apr

Stampa CD “Jack & the Delivery Men” in Digipack 2 ante

Jack & The Delivery Man è un trio acustico composto da Iacopo Ikkarka (voce e armonica), Alessandro Fattorini- Delivery Man- (chitarra) e Eleonora Comemipare (cajon) che propongono brani originali ispirati al folk/rock/blues americano, e cover che vanno da Gary Clark Jr ai Black Crowes.

Jack & The Delivery Man is an acoustic trio composed by Iacopo Ikkarka (voice and harmonica), Alessandro Fattorini- Delivery Man- (guitar) and Eleonora Comemipare (cajon) who propose original songs inspired by American folk / rock / blues, and covers that they range from Gary Clark Jr to the Black Crowes.

17

Apr

Duplicazione CD Reborn From the Ashes “A Thought Way to Illumination”

Reborn From the Ashes é un progetto solista di Davide “Bonny” Bonolo e prese vita con questo nome nel 2010 per la combinazione di 2 fattori: la voglia irrefrenabile di Bonny nell’esprimere la propria musica e il coincidente scioglimento dei Cassandra’s Cyndrom (band della quale era cofondatore e unico compositore). In quanto possessore della paternità delle composizioni, Bonny in continuò lo sviluppo dei loro arrangiamenti e di nuovo materiale inedito.

Reborn From the Ashes is a solo project of Davide “Bonny” Bonolo and came to life with this name in 2010 due to the combination of two factors: Bonny’s uncontrollable desire to express his own music and the coinciding dissolution of Cassandra’s Cyndrom (band of the which was co-founder and sole composer). As the owner of the paternity of the compositions, Bonny in continued the development of their arrangements and new unpublished material.

11

Apr

Stampa Vinile 12″ Eveline’s Dust “K”

Il progetto Eveline’s Dust nasce a Pisa nel 2012 grazie a Nicola Pedreschi (tastiere e voce), Lorenzo Gherarducci (chitarre), Marco Carloni (basso) e Angelo Carmignani (batteria). La band s’ispira sia al progressive classico italiano e inglese (vedi Perigeo, Banco del Mutuo Soccorso, King Crimson, Genesis) sia a quello moderno (Steven Wilson in primis).

 

The Eveline’s Dust project was born in Pisa in 2012 thanks to Nicola Pedreschi (keyboards and voice), Lorenzo Gherarducci (guitars), Marco Carloni (bass) and Angelo Carmignani (drums). The band is inspired both by the classic Italian and English progressive (see Perigeo, Banco del Mutuo Soccorso, King Crimson, Genesis) and by the modern one (Steven Wilson in primis).

 

https://www.evelinesdust.com/

11

Apr

Duplicazione CD ” The O’Bell Inn” – O’Bell Andy

Gighe dal ritmo incalzante, reels vorticosi e ballate coinvolgenti, è così che questi ragazzotti ricreano atmosfere dimenticate, invitando il pubblico ora a scatenarsi, ora a lasciarsi accarezzare da dolci e cullanti melodie. Le taglienti note del banjo e i sinuosi passaggi del violino corrono vorticosamente sul tessuto armonico della chitarra, mentre, guidate dal ritmo ostinato del tamburo celtico e dai caratteristici ricami del bouzouki, paiono avvolgere il dolce sussurro del wisthle. L’atmosfera diventa magica e la realtà quotidiana dello spettatore lascia spazio alla fantasia, popolata da creature fiabesche.
Elfi dalle orecchie a punta, gnomi dalle buffe espressioni e orribili troll compaiono accanto al pubblico, attratti dal calore e dallo spirito coinvolgente di melodie leggendarie. Franco, Mauro, Riccardo ed Eugenio si riuniscono ogni volta per proporre una musica proveniente dal lontano passato, eseguendola nel rispetto della tradizione ma interpretandola con evidente gusto personale. Melodie ormai quasi dimenticate, ma forse proprio per questo degne di essere rievocate.